Stampa la pagina | Close Window

IL "TURCO" NAPOLITANO? NO,CEPPALONIANO.

Stampato da: Le chicche di Peppe
Categoria: Forums
Nome del Forum: Le chicche di Peppe
Descrizione del forum: Quattro chiacchiere con gli amici
URL: http://www.myweb.com/forum/forum_posts.asp?TID=60
Data di Stampa: 21 Nov 2017 alle 10:07pm
Versione del Software : Web Wiz Forums 8.04 - http://www.webwizforums.com


Topic: IL "TURCO" NAPOLITANO? NO,CEPPALONIANO.
Postato da: catilina
soggetto: IL "TURCO" NAPOLITANO? NO,CEPPALONIANO.
Postato in data: 21 May 2009 alle 7:45am
Il mio capo mi ha ordinato di non parlare di schiccheretta,il "piede" di legno del sub-comandante Max ed io non ne parlo.
Parlo,però,del sub-comandante,turco ceppaloniano e della lista che è stata presentata a sua immagine ed obbedienza.
Manca qualche muto,qualche pia donna,inosservati e quindi non giudicabili nella passata consigliatura.Ma ci sono le new entry e su queste si può dire qualcosa. Sono undici i nuovi candidati che affiancano la vecchia guardia,undici come gli apostoli escluso Giuda. Tra questi un paio di nomi meritano una riflessione. Le Rose e Camponi.
Le Rose,se non sbaglio,era uno dei pilastri di Parroccini,era il rappresentante di Regino Braghetti e di Clemente Mastella tra i supporters del trombato Domenico.Era quel gradevole personaggio che aveva aperto un ufficio elettorale di fronte al fontanone,ufficio con telefono,fax e pc,da cui,il Le Rose sparava bordate contro il sub-comandante ed i suoi accoliti.Passate le elezioni il Le Rose scomparve e con lui scomparvero il telefono,il fax ed il pc.Ma di questo,a me ed al mio capo,interessa poco.Il telefono,il fax ed il pc,mica erano nostri!
Camponi,se non sbaglio è la consorte del sub-comandante Max,del nostro affezionato "sbrocco". E' colei che sorresse il sub-comandante la sera del cazzotto del mio capo,è colei che,sorreggendolo ed allontanandolo,lo consolava dicendogli "namo via,questo è matto",riferendosi certamente al mio capo. E sarà questo il merito che le ha meritato un posto in lista? Probabile.Ma è possibile,invece,che il sub-comandante Max,nel suo viaggio verso la Turchia,abbia sorvolato la Campania,sia passato sopra Benevento,abbia ammirato,dall'alto,la villa di Ceppaloni,quella del Clementino Mastella,quella della piscina a forma di cacio cavallo e sia rimasto folgorato,come San Paolo. Folgorato ed ispirato. Se Mastella,con i suoi pasticci politico amministrativi,con le sue giravolte politiche e personali,con i suoi salti della quaglia è diventato ministro e la consorte presidente di consiglio regionale,perchè il sub-comandante gli deve essere da meno? Anche lui ha fatto due o tre giravolte,ha alle spalle qualche pasticcio politico ed amministrativo,ha saltato la quaglietta rinnegando il suo passato,gli amici e gli affetti. Ed allora perchè no? Perchè,lui,nel suo piccolo,non può diventare deputato regionale e la consorte presidente di consiglio comunale? Povero,il mio sub-comandante,da Max a Clem,da Giampy a Mastella. Questi sono gli esempi da imitare,queste sono le strade da seguire. Schiccheretta,di cui non mi occupo,fa parte del gioco. Sacrificato ad una sonora scofitta consentirà al suo Pigmalione neo Clem, di poter affermare,il prossimo anno, che senza di lui,a Civita,non si vince. Malgrado la consorte e malgrado Le Rose.
Che s'ha da fà pe campà,diceva Totò. Ma Totò era una persona seria,anche se,pure lui, faceva ridere...



Stampa la pagina | Close Window