FORUM

Le Chicche di Peppe
Amici a 4 Zampe
Civita castellana
La Storia
Cosa Visitare
Cucina Tipica
ALBUM FOTOGRAFICO
Civita Castellana
Le mura di Faleri
Carnevale
Infiorata
Eventi a Civita Castellana
Foto Palio '04
Foto Ivan Rossi
Foto Treja Cup '05

Siamo anche su

 
LE NOSTRE OFFERTE
Abiti da cerimonia
Cantina Tipica Canepina
CATERING ROMA
InterSail Computer
Location Matrimoni Roma
Piagge in fiore
Tappezzeria Lerin
Toner Rigenerati
ANALISI CLINICHE CIVITA CASTELLANA
Arredo Bagno
TAXI
  Topic AttiviTopic Attivi  Visualizza lista dei Membri del ForumLista Membri  CalendarioCalendario  Ricerca nel ForumCerca  AiutoAiuto
  RegistratiRegistrati  LoginLogin
Ospedale Andosilla, problemi pregi e considerazioni
 POLITICA : Forums : Ospedale Andosilla, problemi pregi e considerazioni
Icona di Messaggio Topic: Una vera vergogna Rispondi al Topic Posta un nuovo Topic
Pagina  di 2 Successiva >>
Autore Messaggio
quipercaso
Newbie
Newbie
Avatar

Iscritto dal : 14 Sep 2010
Status: Offline
Posts: 6
Quota quipercaso Rispondibullet Topic: Una vera vergogna
    Postato: 14 Sep 2010 alle 1:58pm

Non me ne vogliano i Civitonici (alla cui famiglia non appartengo) ma la mia esperienza di vita in giro per il Belpaese non mi aveva mai posto di fronte ad una situazione di tale degrado neanche nel rinomato profondo sud della penisola.

 

Mia moglie ha avuto bisogno del pronto soccorso alcuni mesi or sono verso le 19 di un venerdì sera.

 

Cominciamo dall’assenza di indicazioni all'esterno del pronto soccorso: ci sono passato davanti e solo facendo marcia indietro ho capito, vedendo dalle persone in attesa all’interno di un portone, che poteva essere quello il posto... se volete vi allego una foto dell'esterno.

 

All’interno non c’è uno sportello per il triage (la classificazione delle priorità per i bisognosi di cure). Busso ad una porta e si affaccia un infermiere che mi guarda con aria interrogativa... Nel raggio di 5 mt almeno altre 10 persone  in attesa seguono con attenzione per sapere cosa ci facciamo lì.

A quel punto, abbastanza indignato, faccio notare che sarebbe necessaria un po' di privacy per esporre problemi personali e il tipo mi risponde "Io non le ho mica chiesto nulla!". Bene, quindi se non mi chiedi nulla rispetti la mia privacy ma mi lasci senza assistenza?!? Pazzesco.

 

Nel frattempo mia moglie sta letteralmente impazzendo dal dolore che le procura un problema mal curato in precedenza, ma ci viene detto che tutti i medici sono impegnati e bisogna aver pazienza.

 

Dopo circa venti minuti si affaccia un medico che in una stanzetta limitrofa inizia a fare triage rispettando l'ordine di arrivo delle persone e senza premurarsi se c'erano delle priorità evidenti.

 

Dopo ulteriori 30 minuti arriva finalmente il nostro turno con mia moglie ormai in preda a dolori atroci. Entriamo nella stanza e comincio a spiegare al medico la storia clinica di mia moglie al fine di accelerare la comprensione del problema, ma lui mi ferma con un gesto della mano e inizia la compilazione di una scheda sul computer partendo da nome, cognome, data di nascita, professione, codice fiscale e mille altri dettagli amministrativi... ma porca paletta, COSA CE L'ABBIAMO A FARE UNA CARD SANITARIA CON TANTO DI CODICE A BARRE E BANDA MAGNETICA NEL PORTAFOGLI???

 

Alla mia protesta sul fatto che forse avremmo avuto più tempo per i dettagli burocratici dopo aver iniziato qualche terapia antidolorifica, mi rispondeva bruscamente che lui era lì dalle 8 del mattino (circa 12 ore) per sopperire ad insufficienze dell'organico, aveva una procedura da seguire e l'avrebbe seguita.

Mi metto l'anima in pace (si fa per dire) perchè comprendo che ulteriori discussioni ritarderebbero soltanto l'inizio del trattamento su mia moglie.

 

Quando finalmente passa nel'ambulatorio, le danno un comune bicchierino di plastica per prelevare un campione di urina. Dove? Semplice, nel bagno che si trova in fondo al corridoio, poi a sinistra, quindi prima dell’ultima porta ancora a destra e quasi in fondo sulla sinistra! Forse 50 mt da percorrere a piedi e senza indicazioni. E se fossimo stati persone anziane? Comunque accompagno mia moglie soreggendola e quando troviamo il bagno lo spettacolo è indegno.

 

Un bagno sporco, usato indistintamente da uomini e donne, fatiscente negli impianti (mi si stacca la placca dello scarico del WC quando la vado ad azionare).

 

Alla fine il trattamento clinico è stato soddisfacente, ma la valutazione globale è comunque largamente insufficiente.

 

Ritengo inutile mobilitarsi per salvare una struttura che andrebbe ristrutturata dalla A alla Z con fondi che sicuramente non sono nella disponibilità della Regione, molto meglio sarebbe puntare ad un polo di pronto soccorso territoriale efficace delegando altre specialità ad ospedali di riferimento provinciali, per i quali invece bisognerebbe esigere, anche battagliando, livelli di eccellenza.

 

Il tempo di attesa trascorso prima del trattamento all’ospedale di Civita Castellana mi avrebbe permesso di raggiungere sicuramente il Belcolle a Viterbo o il S. Andrea a Roma, per gli infortunati gravi esiste il servizio di eliambulanza che, vista la natura del territorio, rappresenta la migliore soluzione.

 

I tempi sono quelli che sono, puntare al mantenimento in essere di una struttura del genere significa solo allungarne l’agonia con un progressivo peggioramento delle condizioni di servizio, sia per la cittadinanza che per gli operatori, che appaiono logorati e demotivati.

 

In definitiva, meglio puntare ad un obiettivo meno ambizioso ma più realistico piuttosto che rivendicare interventi fuori portata e che forniscono facili alibi per rimanere nell’immobilismo a chi è responsabile della qualità di questi servizi.

 

Quìpercaso

IP IP tracciato
popoff2004
Senior Member
Senior Member


Iscritto dal : 01 May 2009
Da: Italy
Status: Offline
Posts: 120
Quota popoff2004 Rispondibullet Postato: 16 Sep 2010 alle 12:40pm
Caspita, qui per caso si è accorto in un attimo ed in un accesso dei problemi dell'Andosilla ed ha tirato le stesse conclusioni che io vado ripetendo da anni e che nessuno ha mai voluto recepire, dirigenti e politici compresi.
Fabrizio Pinardi
IP IP tracciato
PQRST
Newbie
Newbie


Iscritto dal : 18 Jan 2011
Status: Offline
Posts: 2
Quota PQRST Rispondibullet Postato: 18 Jan 2011 alle 7:36pm
per caso mi sono imbattuto in questo portale e per caso ho letto il poema del sig. qua per caso e tutto un caso....
certo il pronto soccorso di questa cittadina non e' da prendere come esempio, la struttura e' quella che vediamo tutti,non ci voleva il sig qua per caso a descriverla cosi, e' stato facilitato dai responsabili locali ,provinciali e regionali e fin troppo semplice scrivere in questo modo.
In questa italia con molto rammarico devo dire che dei Sig qua per caso ce ne sono tanti, troppi e allora che c'e' di meglio che prendersela con l'unica aria interrogativa (infermiere) e medico in quel momento disponibili nell'organico del pronto soccorso deciso dal responsabile e azienda viterbo?
Certo è bello essere serviti da re, magari con il tappeto rosso come tanti politici locali e non,passare avanti alle sofferenze e dolori delle persone che rispettano il proprio turno in silenzio,tanto al sig qua
per caso cosa importa!!!!!!!!!!!!!
Certo è bello avere sempre ha disposizione l'infermire
sorridente, devoto, pio oggi si usa umanizzazione e accoglienza (da solo e deve sorridere nello stesso momento a dieci sofferenti)cazzo i medici di famiglia dove sono???????????????
é difficile trovarsi davanti all'infermire che ti dice la verità ( devi aspettare il turno di visita)magari l'infermiere capace ha appena salvato la vita ad uno che aveva deciso di morire,ma questo al sig. qua per caso cosa importa lui fa parte dei politici
Infine senza allargarmi in frasi offensive invito il Sig qua per caso a recarsi nei pronto soccorsi evoluti tipo il citato bel colle e rendersi conto delle stupitaggini scritte(la verità è che li la privacy non esiste vedi locali )oppure al grande fratello gemelli
dove la bella privacy la nasconde un striscia gialla sul pavimento.
Certo ci troviamo al pronto soccorso dei gemelli e viterbo come possiamo lamentarci??????????
Alla fine il Sig qua per caso comunque ha dato sei al pronto soccorso riguardo l'efficienza,quindi devo dedurre che nel suo degrado funziona.
Non mi spiego perche' lei sig non si è recato dal primo cittadino o responsabili dell'azienda ad esporrere la sua disavventura ???????? Questo per migliorare il possibile futuro dell'ospedale, invece di scrivere sul portale stupitaggini per ricevere pochi applausi.

Per Fabrizio Pinardi i problemi dell'andosilla sono di tutti ma il Sig Qua per caso non si deve permettere di offendere il personale che onestamente fa il proprio dovere .


IP IP tracciato
controcanto
Senior Member
Senior Member


Iscritto dal : 07 Jul 2010
Status: Offline
Posts: 285
Quota controcanto Rispondibullet Postato: 21 Jan 2011 alle 1:16pm
Non mi spiego perche' lei sig non si è recato dal primo cittadino
e' impegnato a sostituire l'assessore allo sport
IP IP tracciato
tdm_civita
Newbie
Newbie


Iscritto dal : 11 Jun 2009
Status: Offline
Posts: 9
Quota tdm_civita Rispondibullet Postato: 31 Jan 2011 alle 10:05pm
L'ospedale di Civita ormai è in coma profondo, e nessuno se ne occupa, certo è che per quel poco che è rimasto di lamentele ce ne sono, primo fra tutti è il reparto di radiologia le persone sono imbestialite perchè vedono la stanza d'attesa sempre vuota ma comq devono aspettare almeno 20 giorni per una radiografia , possibbile che non ci sia in questo casonon ci un colpevole da punire??????? se una cosa non funziona di chi è  la colpa?????, se cè un colpevole si può mandare a casa o cè sempre l'impunità????
IP IP tracciato
controcanto
Senior Member
Senior Member


Iscritto dal : 07 Jul 2010
Status: Offline
Posts: 285
Quota controcanto Rispondibullet Postato: 01 Feb 2011 alle 8:42am
e intanto le sale d'attesa degli studi privati sono piene
IP IP tracciato
quipercaso
Newbie
Newbie
Avatar

Iscritto dal : 14 Sep 2010
Status: Offline
Posts: 6
Quota quipercaso Rispondibullet Postato: 13 Feb 2011 alle 11:17am
Gentile PQRST,
leggo con un po' di ritardo la Sua risposta, non me ne voglia.
 
Premetto che non sono un politico, come lei afferma in uno dei suoi passaggi, sono semplicemente un cittadino onesto che, in quanto lavoratore dipendente, paga tutte le tasse e vive ancora nella convinzione che se si fa il proprio dovere si hanno anche dei diritti.
 
Il dibattito sulla sanità pubblica sarebbe lungo e controproducente in uno spazio così periferico quale è questo forum, comunque mi limito a dire che se la linea politica del governo centrale è quella di tagliare i costi della Sanità, credo che il Sindaco o chiunque altro sia a livello locale che regionale, ben poco possono fare per opporsi alle volontà di Tremonti.
 
Come lei forse saprà, il denaro drenato dal capitolo di spesa della sanità rappresenta circa il 80% dei bilanci delle regioni. Purtroppo, questa ingente quantità di denaro fa gola ad organizzazioni non sempre trasparenti, per non dire altro, che tramite appalti pilotati o semplicemente presenza massiccia all'interno della lobby che gestiscono la sanità privata convenzionata (centri di riabilitazione, cliniche, laboratori ecc.) finiscono col gestirne una buona porzione.
 
In tempi in cui si tagliano i fondi per la sanità, quelli che vendono più cara la pelle sono proprio questi poteri occulti e forti, che grazie agli appoggi politici e a connivenze di vario livello riescono, malgrado tutto, a difendere i propri interessi.
 
Quelli che non riescono a farlo, sono invece quelli che non hanno nessuno che li difende, cioè i cittadini comuni come me, come probabilmente lei e come altre decine di milioni di italiani. Per ironia della sorte, noi paghiamo, non riceviamo in cambio i servizi che meriteremmo, altri si ingrassano con i (nostri) soldi pubblici.
 
Ammetto di non aver mai messo piede al Pronto Soccorso del Belcolle e mi duole sapere che è messo male anche quello, ma non me ne stupisco più di tanto.
Io lavoro in un'azienda privata con mansioni di tipo gestionale e quando mi assegnano un budget per portare avanti dei progetti, devo decidere quante risorse allocare e dove.
Se volessi portare avanti un numero spropositato di progetti in rapporto a un budget modesto, probabilmente destinerei talmente poche risorse ad ogni singolo obiettivo che finirei con il fallire nella maggior parte dei miei intenti.
Questo è quanto sta accadendo per la sanità della regione Lazio. Da quì la mia riflessione finale sull'opportunità di ridurre il numero delle unità operative elevandone la qualità.
 
In una regione del nord Italia, dove ho vissuto per molti anni, tale processo è iniziato in tempi non sospetti, cioè più di 10 anni fa, con il risultato che oggi ti può servire di fare una visita specialistica e ti danno appuntamento per domani, magari in un ospedale a 20 km da casa.
A me è capitato personalmente, per una TAC urgente. L'ospedale era addirittura a 5 minuti da casa mia.
E questo avviene anche se non sei amico del fratello di Tizio o parente di Caio o perchè hai fatto un favore a Sempronio.
Con questo non voglio affermare che lì funziona tutto per bene, ma almeno la percentuale di inefficienza è vistosamente più contenuta.
 
In Italia ci sono regioni al collasso finanziario a causa del clientelismo ed il Lazio è una di queste. Se passasse una riforma federalista in senso stretto, la regione non sarebbe in grado di autosostentarsi.
 
Si guardi intorno e riscontri quanto è diffuso il lavoro nero nel circondario e quali livelli sta raggiungendo la destrutturazione industriale e commerciale.
Fino ad oggi è andata bene perchè comunque arrivavano risorse economiche dall'esterno, ma domani? I suoi figli e nipoti con quale realtà economica dovranno confrontarsi?
Ciò nonostante sembra che uno dei problemi più grandi a livello locale sia ancora il percorso che devono fare i carri allegorici e in quale ordine debbano sfilare...
 
Infine, una parola sull'etica del personale in cui mi sono imbattuto nella mia sfortunata serata al Pronto Soccorso di Civita e che Lei difende strenuamente, al punto di farmi ritenere che ne faccia parte più o meno direttamente.
La strumentalizzazione delle sofferenze altrui al fine di rivendicare una situazione personale di disagio benchè presumibilmente reale e grave, non può comunque essere tollerata.
 
I medici giurano su Ippocrate e il personale sanitario tutto è comunque vincolato a un'etica che non può venire meno.
Se protesta deve esserci, che sia verso i decisori e non verso chi subisce con pari impotenza tale situazione.
 
Io ho avuto insegnanti esigenti, ho datori di lavoro esigentissimi e di conseguenza sono esigente, particolarmente nei confronti dei servizi che sono in diritto di ricevere.
E' vero, alla fine il problema per cui ci eravamo presentati è stato risolto, ma continuo a ritenerlo un mio diritto basilare.
 
Sono convinto che anche lo staff sanitario di Civita avrebbe dovuto essere più esigente nei confronti dei propri datori di lavoro, ora credo che purtroppo sia tardi.
 
Tutti dovremmo essere più esigenti per migliorare il tessuto civile e sociale del nostro ambiente, perchè il proverbio dice che chi si accontenta gode, ma sappiamo bene tutti che è solo un proverbio.
 
Beninteso, tutti dobbiamo essere esigenti e possiamo accampare dei diritti che iniziano un secondo dopo aver compiuto i nostri doveri di cittadini e contribuenti modello.
 
Cordialmente,
 
Quipercaso
 
 
IP IP tracciato
controcanto
Senior Member
Senior Member


Iscritto dal : 07 Jul 2010
Status: Offline
Posts: 285
Quota controcanto Rispondibullet Postato: 15 Feb 2011 alle 9:21pm
condivido ma i nostri amministratori si interessano a dove devono passare i carri di carnevale
IP IP tracciato
Litrico
Senior Member
Senior Member


Iscritto dal : 19 May 2010
Status: Offline
Posts: 372
Quota Litrico Rispondibullet Postato: 09 Mar 2011 alle 3:05pm
Con "tutti" gli ospedali che c'erano, per avere un'ecografia all'addome si aspettava in coda 6 mesi (ma in intramenia, cioe' pagando, veniva fatta dalla stessa struttura nel giro di un pomeriggio).

Ora che si stanno chiudendo "tutti" questi ospedali, si crede forse che le code diminuiscano? A lume di naso anche un imbecille potrebbe prevedere un sovraccarico delle strutture rimaste aperte.

Sig. Qui Per caso, le assicuro che se avessi bisogno di cure preferirei essere ricoverato in un posto vicino casa, accessibile ai miei familiari, con del personale qualificato anche se in una struttura che lascia a desiderare.

E comunque, l'ospedale Andosilla non era solo il pronto soccorso, ma anche la ormai dismessa Maternità, che ho avuto modo di "frequentare" diverse volte, vera eccellenza  sia per quanto riguarda il personale che la struttura.

Ok, forse alcuni Ospedali non erano amministrati al meglio, ma forse con maggiori controlli si sarebbe potuto intervenire per correggere la gestione. In fondo quello della sanità è un business che le cliniche private insegnano, non necessariamente deve essere in perdita.
IP IP tracciato
twilight
Senior Member
Senior Member
Avatar

Iscritto dal : 14 May 2010
Status: Offline
Posts: 151
Quota twilight Rispondibullet Postato: 15 Mar 2011 alle 10:57am
Benissimo Il sig. Qui per caso la prossima volta provi ad andare al Sant'andrea per vedere se un grande ospedale con personale adeguato soddisfa le sue esigenze in tempi brevi, basti pensare che i tempi medi di attesa per un codice verde possono arrivare fino ad 8 ore, l'inserimento dei dati anagrafici e' fondamentale e legalmente corretto per la presa in carico di un paziente e la eventuale somministrazione di farmaci (carta parla villan dorme) vista la spietata corsa all'indennizzo degli utenti insoddisfatti che gridano alla malasanita' perche sicuramente fa piu' notizia della buona sanita' e della professionalita' degli operatori sanitari:
per raccogliere un campione di urine va bene anche un semplice bicchiere di plastica se ha dei figli non ha mai seguito a domicilio  il test per i corpi chetonici detto volgarmente acetone? trovo ridicolo polemizzare sul bicchiere di plastica, per quanto riguarda il bagno sporco bisogna ringraziare gli utenti che ne usufruiscono e lo lasciano peggio di una fogna!
Caro Fabrizio il Sig. qui per caso avrebbe polemizzato anche in altri ospedali sia per i tempi di attesa che sicuramente sarebbero stati maggiori, sia per il bicchiere di plastica e non per ultimo per la raccolta dei dati anagrafici pero' come al solito dell'Andosilla bisogna parlarne solo male!  
IP IP tracciato
Pagina  di 2 Successiva >>
Rispondi al Topic Posta un nuovo Topic
Versione stampabile Versione stampabile

Vai al Forum
Non puoi postare nuovi topic in questo forum
Non puoi rispondere ai topic in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi post in questo forum
Non puoi modificare i tuoi post in questo forum
Non puoi creare sondaggi in questo forum
Non puoi votare i sondaggi in questo forum

 

Servizio Meteo

Area Riservata
Entra come:
Login:
Password:
 

 Segnala una notizia allo StaffScrivi al Web Master     -    Inserisci la tua pubblicit     -     Aggiungi il sito a preferiti     -    Iscriviti alle news letter

In collaborazione con: toner-compatibile-samsung Web Master: intersail computer segnalato da Google
www.toner-rigenerato.com - www.veliashop.itwww.infissimetal.com -  www.ceramicheaffatato.com - www.accessoriperdisabili.com
www.bagnorisparmio.it - www.cucinasumisura.net - www.amministratorecondomini.net - www.ristorantemignolo.com - www.helloboy.it - www.studiolabella.it
www.tazzabar.it  -  www.locationmatrimoni-roma.it - www.cartolibreriaviterbo.it   -
www.profumidautore.com - www.veliamariani.com